Inquinanti dell’aria in casa: da dove derivano e come eliminarli

12 Ottobre 2022 | Impianti di trattamento dell'aria, News

L’allarme sulla situazione climatica del pianeta ci obbliga a parlare sempre più delle cause e degli effetti provocati dall’inquinamento atmosferico, focalizzandoci spesso su cosa respiriamo all’aperto e in particolare nelle città. Ma quali sono gli inquinanti dell’aria negli ambienti chiusi? Quali danni causano alla salute dell’uomo e come possiamo eliminarli? In questo articolo approfondiamo il problema, proponendovi anche delle soluzioni per essere sicuri di respirare aria più pulita in casa.

L’aria (inquinata) che tira: le differenze tra outdoor e indoor

L’inquinamento atmosferico è provocato dalla contaminazione dell’ambiente esterno ed interno da parte di agenti chimici, fisici o biologici, e rappresenta un pericoloso nemico per il benessere degli esseri umani.  

Tra le sostanze capaci di compromettere la qualità dell’aria troviamo l’ossido di azoto (NOx), il biossido di zolfo (SO2), l’ozono (03), il monossido di carbonio (CO), gli idrocarburi (HC) e il particolato (PM). Le sorgenti da cui provengono all’esterno sono:

  • Il riscaldamento delle abitazioni
  • I motori dei veicoli
  • Gli impianti industriali
  • Gli incendi
  • I pollini

L’errore in cui molti spesso inciampano consiste nel credere di essere al sicuro una volta varcata la porta di casa, d’ufficio o in generale dal momento in cui si entra in un luogo chiuso. Muffe, radon, composti organici volatili (COV), vapore acqueo (H20) e anidride carbonica (CO2) sono invece gli inquinanti dell’aria presenti negli ambienti interni che possono provocare seri problemi alla nostra salute.

Come descrive la lista stilata dal Ministero della Salute, le principali fonti d’inquinamento indoor derivano da:

  • Attività dell’uomo e degli animali domestici
  • Polvere
  • Materiale edile
  • Arredi
  • Fonti di combustione per la cottura dei cibi e il riscaldamento degli ambienti
  • Prodotti per la pulizia e manutenzione della casa
  • Stampanti, plotter e fotocopiatrici

Come gli inquinanti dell’aria influiscono sulla nostra salute

In uno dei precedenti articoli del nostro blog, abbiamo già messo in evidenza come la concentrazione e l’esposizione prolungata nel tempo agli inquinanti dell’aria presenti in casa, e in generale in tutti gli edifici, possano provocare danni al nostro benessere fisico. 

Una bassa qualità dell’aria domestica può causare disturbi di diverse entità. Si passa dagli effetti a breve termine come affaticamento, mal di testa, irritazioni oculari o respiratorie, che possono sfociare nei casi più gravi in vere e proprie patologie come allergie, disturbi del sistema immunitario, polmoniti, infezioni respiratorie croniche e infarti.

Trovare soluzioni all’inquinamento dell’aria indoor diventa quindi di assoluta importanza per prendersi cura della salute della propria famiglia, dei propri dipendenti, della propria clientela, degli alunni, ecc.

Le soluzioni per combattere gli inquinanti dell’aria indoor

Il modo più efficace per eliminare gli inquinanti dell’aria dagli ambienti al chiuso è quello di garantire un corretto ricambio dell’aria grazie ai sistemi di ventilazione meccanica a recupero di calore.

Tali sistemi di trattamento dell’aria rappresentano una delle alternative più efficienti a livello energetico per arieggiare gli ambienti, evitando la dispersione del calore in inverno. Se integrati ad un impianto di climatizzazione ad aria, come uno split o un ventilconvettore canalizzabile, risultano molto efficienti anche in estate. 

Se desideri migliorare la qualità dell’aria indoor che respiri, richiedi una consulenza qualificata a Sester. Proponiamo un’ampia gamma di soluzioni per ogni tipologia di edificio e valutiamo l’impianto o il prodotto migliore per le tue esigenze.