Condizionatori fissi senza unità esterna: quando sceglierli

28 Febbraio 2021 | News

I condizionatori fissi senza unità esterna sono un’ottima soluzione per chiunque voglia climatizzare un appartamento senza l’installazione sulla facciata del blocco esterno. Soluzione ideale soprattutto nei centri storici in cui regolamenti condominiali e i vincoli architettonici impediscono di installare i condizionatori tradizionali. Vediamo allora come sono fatti, come funzionano e quali sono i vantaggi. 

 

Cosa sono i condizionatori fissi senza unità esterna 

I condizionatori tradizionali sono composti da due parti, la parte interna e quella esterna. I condizionatori fissi senza unità esterna, chiamati anche “monoblocco”, sono invece composti da un’unica macchina, che integra tutti i componenti del circuito frigorifero. Per posizionare un monoblocco, va scelta una parete perimetrale, che comunichi cioè direttamente con l’esterno per permettere lo scambio termico con l’aria esterna. 

 

Come funzionano e come vengono installati i condizionatori fissi senza unità esterna

I condizionatori monoblocco funzionano in modo simile ai normali condizionatori, con la differenza che il circuito frigorifero, la ventola e il compressore sono contenuti nella sola unità interna. Per installare un condizionatore di questo tipo è necessario praticare due fori sulla parete del diametro necessario al posizionamento delle due bocchette coperte da  griglie pieghevoliTramite questi ultimi che lo collegano con l’esterno, l’unità svolge il regolare ciclo frigorifero che normalmente viene effettuato dall’unità esterne dei condizionatori. 

 

I vantaggi di un condizionatore senza unità esterna

I punti di forza di questa soluzione riguardano principalmente l’estetica, il comfort ambientale e l’efficienza. In particolare, scegliere un condizionatore a muro senza unità esterna, di ultima generazione:  

  • risolve i problemi di installazione laddove per mancanza di spazio non è possibile installare il motore all’esterno;
  • risolve i problemi di installazione negli edifici storici soggetti a vincoli architettonici, perché non rovinano l’aspetto della facciata e sono compatibili con le normative vigenti; 
  • in termini di prestazioni non ha nulla da invidiare ai condizionatori fissi tradizionali, specialmente se installato in un ambiente medio piccolo;
  • elimina il rumore esterno del motore che può essere un elemento di disturbo in caso di altri appartamenti adiacenti; 
  • permette di essere installato con più facilità rispetto ad un normale condizionatore. 

 

CMP: il monoblocco senza unità esterna di AERMEC

Tra i molti condizionatori fissi senza unità esterna presenti sul mercato, noi di Sester consigliamo i condizionatori della serie CMP di AERMEC. Sono unità di tipo monoblocco progettate per essere installate a parete nei locali interni. Si adattano a qualsiasi tipo di arredamento, grazie al design compatto ed elegante e sono una soluzione ideale per il raffrescamento, riscaldamento, deumidificazione e anche per la sola ventilazione

Per installarli è sufficiente realizzare nella parete perimetrale due fori da 162 mm per consentire al condizionatore di scambiare calore con l’ambiente esterno. Le griglie pieghevoli sono azionate dall’aria in ingresso e in uscita, aprendosi quando la macchina è in funzione e chiudendosi quando la macchina è spenta, garantendo un miglior comfort interno. Infine, l’orientamento dell’aletta di mandata dell’aria è facilmente regolabile grazie al tasto dedicato.

Se vuoi saperne di più su questo o altri prodotti per la climatizzazione, contattaci senza impegno.