L’impianto di aspirazione polveri, o aspirazione centralizzata, generalmente si pensa che sia destinato solo ad edifici industriali o strutture alberghiere. Sempre più abitazioni private e nuove costruzioni, invece, vengono predisposte per accogliere un sistema di questo tipo, con numerosi vantaggi per chi vive gli ambienti domestici. 

L’aspirazione centralizzata non solo facilita notevolmente le operazioni di pulizia, ma migliora in modo considerevole la qualità dell’aria indoor, portando enormi benefici per la salute di tutta la famiglia. 

 

Come funziona un impianto di aspirazione polveri

La maggior parte degli impianti viene inclusa già nelle fasi di progettazione dell’immobile, soprattutto quando si opta per un sistema di riscaldamento a pavimento. È possibile però anche in fase di ristrutturazione, o comunque successiva alla costruzione, aggiungere l’ impianto di aspirazione rifacendo il massetto o prevedendo il passaggio della tubatura all’interno di un controsoffitto.   

Il sistema è composto da un corpo aspirante centralizzato posto in un locale tecnico o ripostiglio dell’abitazione. La macchina centrale viene collegata a diverse bocchette a parete, tramite una rete di tubazioni in PVC posta sotto traccia.

Un contatto elettrico in tensione di sicurezza in corrispondenza delle bocchette aziona la portata d’aria e depressione. Basta dunque collegare alla presa di aspirazione un tubo flessibile, dotato di diverse tipologie di spazzole a scelta e il gioco è fatto. 

 

Che differenza c’è tra un impianto centralizzato e un aspirapolvere? 

La domanda è lecita. Cos’ha in più un sistema centralizzato rispetto ad un normale aspirapolvere domestico? Innanzitutto un impianto di aspirazione polveri non ha nulla a che vedere con un elettrodomestico, anche se top di gamma. 

Il motivo è semplice: ogni normale aspirapolvere, anche il più avanzato, ha uno sfiatatoio dal quale esce aria calda mentre viene utilizzato. Bene, quell’aria che l’aspirapolvere rimette in circolo è ancora ricca di acari, micro polveri, allergeni e batteri. Anche se ti sembra di aver pulito a fondo perché non vedi più lo sporco, in realtà i micro inquinanti non visibili sono ancora in casa. 

Un impianto centralizzato invece è predisposto con uno sfiato esterno all’abitazione. Questo vuol dire che tutto quello che aspiri dentro non ritorna più in circolo perché viene espulso all’esterno.   

 

Altri vantaggi dell’aspirazione centralizzata

L’aspirazione centralizzata ti garantisce una pulizia più accurata e sicura dei tuoi ambienti domestici. Eliminare definitivamente le micro-polveri significa rendere la tua casa un ambiente più salubre, soprattutto per chi soffre di allergie o problemi respiratori. Non tutti sanno infatti che l’aria indoor, soprattutto in ambienti poco arieggiati, può essere più nociva dell’aria esterna.  

Ma non solo. Rispetto ad un aspirapolvere normale la potenza di aspirazione è notevolmente superiore, dunque più performante. È anche più silenzioso e puoi usarlo a tutti gli orari perché il sistema centrale viene posto a parte in un locale apposito. 

Ma è anche più pratico e più maneggevole perché non dovrai più spostare da un locale all’altro l’intera aspirapolvere, né svuotare continuamente il piccolo vano di raccolta. 

Gli impianti di aspirazione polveri più moderni possono anche essere integrati ai sistemi domotici ed essere controllati con comodità da remoto, per verificarne ad esempio lo stato dei filtri. 

Se sei interessato ad un impianto di aspirazione polveri centralizzato per la tua casa, rivolgiti a Sester. Valuteremo insieme la soluzione più adatta. 

Contattaci senza impegno.